Novità 2017

PER ISCRITTO

Dal 31 dicembre 2016 le Aziende che applicano il CCNL Confimi Impresa Meccanica – FIM-CISL, UILM-UIL del 22 luglio 2016 sono tenute – obbligatoriamente - a iscrivere al Piano Sanitario PMI Salute dedicato ai dipendenti delle PMI Manifatturiere Metalmeccaniche, tutti i lavoratori in forza, salvo facoltà di successiva rinuncia individuale. Le informazioni e la modulistica relative al Piano Sanitario PMI Salute sono reperibili sui siti www.contrattopmi.it e www.pmisalute.it.
In caso di nuove assunzioni la copertura sanitaria in favore del dipendente decorre dalle ore 00.00 del primo giorno del mese successivo a quello di assunzione. È data facoltà al lavoratore di rinunciare volontariamente all’assistenza sanitaria integrativa entro 30 giorni dalla data di assunzione.
Esempio: data assunzione 21/03/2017 => decorrenza copertura sanitaria 01/04/2017 => termine ultimo per esercitare la rinuncia 20/04/2017
È possibile estendere GRATUITAMENTE tutte le garanzie previste dal piano sanitario PMI Salute al Coniuge non legalmente ed effettivamente separato (o alternativamente all’unito civilmente o al convivente di fatto), ai figli fino al compimento del 26° anno di età e ai figli senza alcun limite di età che si trovino per grave infermità nell’assoluta e permanente impossibilità a svolgere un’attività lavorativa (compresi i figli adottivi, affidati o affiliati). Tutti i componenti del Nucleo Familiare dovranno risultare fiscalmente a carico del Lavoratore.
Il contributo a carico del Lavoratore dipendente è pari ad € 1,00 mese. Il piano sanitario è immediatamente operante, oltre che per il dipendente, anche per il Nucleo Familiare composto da “Coniuge non legalmente ed effettivamente separato o l’unito civilmente o convivente di fatto, figli fino al compimento del 26° anno di età, figli senza alcun limite di età che si trovino per grave infermità nell’assoluta e permanente impossibilità a svolgere un’attività lavorativa (compresi i figli adottivi, affidati o affiliati).”
Ai fini dell’inserimento tra i soggetti assistibili, il Nucleo Familiare, come sopra indicato, dovrà risultare fiscalmente a carico del lavoratore titolare della copertura (o per il convivente di fatto in analoga condizione reddituale). L’estensione al Nucleo opera automaticamente dal primo giorno del mese successivo alla data di comunicazione di inserimento dello stesso e il relativo contributo si ritiene incluso, da subito, nel contributo del dipendente in servizio.
In caso di cessazione dell’attività lavorativa per qualsiasi causa intervenuta l’ex lavoratore potrà proseguire la sua adesione all’assistenza sanitaria integrativa aderendo come Prosecutore Volontario 
Il contributo a carico del Prosecutore Volontario è pari ad € 20,00 mese.
In caso di prosecuzione dell’adesione in favore anche del Nucleo Familiare già assistito il contributo è pari ad € 32,00 mese.
L’estensione al Nucleo Familiare sarà consentita solo se il Nucleo era già presente in copertura prima dell’attivazione della prosecuzione volontaria.
In caso di interruzione del rapporto di lavoro in corso d’anno per qualsiasi causa intervenuta (escluso il decesso) la copertura sanitaria è operante fino alla scadenza dell’annualità assicurativa nella quale è intervenuta l’interruzione effettiva del rapporto di lavoro (ore 24.00). Pertanto in sede di effettuazione dei conteggi di chiusura del rapporto di lavoro l’azienda dovrà provvedere a prelevare e a versare in unica soluzione le quote del contributo annuo residuo applicando le seguenti disposizioni:
- in caso di dimissioni, non per giusta causa, il contributo sarà totalmente a carico del dipendente (compresa quota azienda);
- in caso di licenziamento, non per giusta causa, il contributo sarà totalmente a carico dell’azienda (compresa quota dipendente);
- in caso di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro il contributo residuo annuale sarà a carico delle parti in base agli importi dalle stesse dovuti secondo le regole generali di ripartizione tra azienda e dipendente;
- in caso di decesso, l’adesione e il pagamento della contribuzione e le corrispondenti prestazioni cesseranno l’ultimo giorno del trimestre nel quale termina il periodo di preavviso sostituito dalla relativa indennità. In questa ipotesi il datore di lavoro tratterrà dalle competenze di fine rapporto del lavoratore i ratei dell’intera contribuzione relativi ai mesi non coperti da retribuzione.
Il Piano Sanitario PMI Salute/Cassa RBM Salute prevede la possibilità per l’assistito/a di effettuare all’interno delle Strutture Convenzionate i seguenti check-up:
- Prevenzione Odontoiatrica
- Prevenzione cardiovascolare (secondo il protocollo approvato dal Ministero della Salute “Progetto Cuore”)
- Prevenzione Oncologica
- Prevenzione della Sindrome Metabolica
- Prevenzione Pediatrica
I Piani Sanitari RBM Assicurazione Salute S.p.A. per PMI Salute prevedono l’integrale copertura delle spese sostenute dall’assistito/a per l’effettuazione dei pacchetti prevenzione previsti dal Piano sanitario senza alcun costo a suo carico.
Il Piano Sanitario PMI Salute prevede la copertura di interventi chirurgici e di prestazioni extra ospedaliere (diagnostica, visite, ecc…). Per il dettaglio delle prestazioni di cui puoi usufruire si rinvia al “Nomenclatore” pubblicato nella sezione “PMI Salute Offre” del sito internet www.pmisalute.it.
PMI Salute, per il tramite di Previmedical, mette a disposizione di tutti gli Assistiti il più ampio e capillare network di strutture convenzionate operante in Italia. Il Network conta oltre 97.000 strutture convenzionate, più di 72.000 equipe mediche/specialisti convenzionati e circa 12.000 odontoiatri.
La lista delle strutture convenzionate è disponibile mediante:
- sito web: www.pmisalute.it
- APP (Android/IOS) PMI Salute Citrus®
Ai nuovi assunti è anche data facoltà di rinunciare volontariamente all’assistenza sanitaria integrativa entro un mese dall’assunzione compilando e consegnando alla propria azienda il “modulo di rinuncia” reperibile sul sito internet www.pmisalute.it. In caso di rinuncia volontaria è riconosciuta al lavoratore, una sola volta, la possibilità di rientrare in copertura con una carenza su tutte le prestazioni del piano sanitario pari a due mesi dalla data di decorrenza della nuova adesione.
Il lavoratore iscritto al Piano Sanitario PMI Salute, a titolo individuale, ha la facoltà di cessare la partecipazione alla Fondo ferma restando la necessità, comunque, di assicurare un periodo minimo di permanenza pari a dodici mesi a decorrere dalla data di iscrizione. In caso di disdetta volontaria della partecipazione al Fondo, l’aderente a titolo individuale deve compilare l’apposito modulo e trasmetterlo a PMI Salute entro e non oltre il 31 ottobre dell’anno in corso al momento della disdetta. La disdetta produrrà l’uscita dal Fondo dal 01 gennaio dell’annualità successiva.
L’uscita dal Fondo comporta l’impossibilità di rientrarvi per tutta l’annualità successiva all’esercizio della stessa. È data facoltà al lavoratore richiedere, per una sola volta ed in costanza del rapporto di lavoro, il reintegro in copertura a partire dall’anno successivo a quello in cui la disdetta ha prodotto i suoi effetti.

PER LE AZIENDE

Il lavoratore iscritto al Piano Sanitario PMI Salute, a titolo individuale, ha la facoltà di cessare la partecipazione alla Fondo ferma restando la necessità, comunque, di assicurare un periodo minimo di permanenza pari a dodici mesi a decorrere dalla data di iscrizione. In caso di disdetta volontaria della partecipazione al Fondo, l’aderente a titolo individuale deve compilare l’apposito modulo e trasmetterlo a PMI Salute entro e non oltre il 31 ottobre dell’anno in corso al momento della disdetta. La disdetta produrrà l’uscita dal Fondo dal 01 gennaio dell’annualità successiva.
L’uscita dal Fondo comporta l’impossibilità di rientrarvi per tutta l’annualità successiva all’esercizio della stessa. È data facoltà al lavoratore richiedere, per una sola volta ed in costanza del rapporto di lavoro, il reintegro in copertura a partire dall’anno successivo a quello in cui la disdetta ha prodotto i suoi effetti.
Il contributo è dovuto per le mensilità di effettiva presenza in copertura del lavoratore e del suo nucleo familiare assistito. In caso di ingresso in corso d’anno l’azienda sarà tenuta a versare esclusivamente le rate di contributo dovute successivamente al perfezionamento dell’adesione del lavoratore.
Esempio: data assunzione 21/03/2017 => decorrenza copertura sanitaria 01/04/2017 => contributi dovuti da aprile a dicembre (€ 12,00*9 mensilità = € 108,00)

Il versamento dei contributi a PMI Salute dovrà essere effettuato con cadenza trimestrale anticipata entro il giorno 16 del primo mese del trimestre di competenza; qualora il giorno 16 non sia un giorno lavorativo (sabato o festivo), i versamenti dovranno essere effettuati con disponibilità e valuta al primo giorno lavorativo successivo.
Trimestre gennaio – marzo => versamento entro il 16 gennaio
Trimestre aprile – giugno => versamento entro il 16 aprile
Trimestre luglio – settembre => versamento entro il 16 luglio
Trimestre ottobre – dicembre => versamento entro il 16 ottobre


Esempio: in caso di nuove assunzioni nel mese di marzo l’azienda dovrà comunicare i nominativi dei lavoratori a PMI Salute con il primo flusso di inclusioni in copertura utile, quello del 05 aprile. La decorrenza della copertura per il lavoratore è fissata al 1° aprile, con il diritto pertanto dalle ore 00.00 di tale data ad ottenere il rimborso – sia in Rete che Fuori Rete, come da piano sanitario di riferimento – delle proprie spese sanitarie. Il primo versamento trimestrale, per i nuovi assunti, verrà effettuato dall’azienda con la prima rata contributiva successiva alla decorrenza, ovvero quella scadente il 16 aprile. Pertanto, in tale ipotesi, il lavoratore dovrà corrispondere esclusivamente 9 mensilità del contributo annuo previsto per i mesi restanti alla scadenza della prima annualità assistenziale, di cui le prime 3 mensilità (aprile, maggio e giugno) entro il 16 aprile.

Il versamento deve essere effettuato esclusivamente con bonifico sul seguente conto:
CASSA RBM SALUTE - VIA E. FORLANINI, 24 - 31022 PREGANZIOL (TV)
IBAN - IT78B0306961806100000000928
La causale del bonifico deve riprendere la stringa contenuta nella distinta contributiva, per agevolare l’identificazione dell’azienda ordinante il versamento.
Entro il giorno 10 del primo mese di ciascun trimestre solare PMI Salute renderà disponibile tramite “WebUploader System®”, raggiungibile dal sito internet www.pmisalute.it, la distinta contributiva del trimestre in corso.
Per Accedere al “WebUploader System®” dovranno essere utilizzate le credenziali inviate all’azienda in fase di registrazione a PMI Salute/Cassa RBM Salute.

Accedendo alla funzione “Scarica la distinta di contribuzione precompilata” del WebUploader System® l’Azienda potrà scaricare il tracciato contenente il dettaglio dei contributi dovuti per i propri dipendenti iscritti a PMI Salute:
per i dipendenti già iscritti da almeno un trimestre l’importo dovuto sarà pari a tre mensilità di contribuzione, quindi 12,00€*3 = 36,00€

Esempio: iscritto con decorrenza copertura 01/01/2017 => distinta contributiva del trimestre aprile-giugno pari a 36,00€
» per i dipendenti assunti nel corso del precedente trimestre l’importo dovuto sarà pari a tre mensilità di contribuzione anticipate per il trimestre in corso più le mensilità di copertura usufruite nel corso del trimestre precedente

Esempio: neo assunto con decorrenza copertura 01/03/2017 => distinta contributiva del trimestre aprile giugno pari a 48,00€, di cui 12,00€ riferiti al mese di marzo (quota arretrata) e 36,00€ riferiti al trimestre incorso (quota anticipata)
» per i dipendenti cessati per qualsiasi causa diversa dal decesso l’Azienda deve trattenere dall’ultimo cedolino utile la quota di contributi non ancora versati pari alle mensilità ancora mancanti alla fine dell’annualità in corso, comunicando a PMI Salute con il primo flusso di aggiornamento anagrafico utile l’uscita. La prima distinta contributiva che sarà resa disponibile da PMI Salute conterrà una riga di contribuzione a conguaglio per i dipendenti per i quali è stata comunicata la cessazione.

Esempio: dipendente dimissionario con effetto 01/05/2017 => l’Azienda trattiene dal cedolino di maggio le mensilità mancanti alla fine dell’anno non ancora versate a PMI Salute, quindi da luglio a dicembre => l’Azienda comunica con “WebUploader System®” l’uscita del lavoratore con il flusso previsto entro il 05/05/2017 => entro il 10/07/2017 PMI Salute rende disponibile la distinta contributiva del trimestre luglio settembre nella quale per il dipendente dimissionario sarà richiesto un contributo pari a 12,00*6 mensilità (da luglio a dicembre compresi). Il dipendente in oggetto non comparirà più nelle distinte contributive riferite ai trimestri successivi.
» per i dipendenti cessati a seguito di decesso l’Azienda deve trattenere dall’ultimo cedolino utile la quota di contributi non ancora versati e dovuti fino all’ultimo giorno del trimestre nel quale termina il periodo di preavviso sostituito dalla relativa indennità, comunicando a PMI Salute via mail la data di decesso. La prima distinta contributiva che sarà resa disponibile da PMI Salute conterrà una riga di contribuzione a conguaglio per i dipendenti per i quali è stato comunicato il decesso.

Esempio: data decesso 21/03/2017 => l’Azienda comunica via mail a gestione.pmisalute@previmedical.it il decesso del lavoratore entro il 05/04/2017 => termine periodo di preavviso 21/04/2017 => termine copertura sanitaria 30/06/2017 => l’Azienda trattiene nel cedolino di aprile i ratei di contributo da aprile a giugno compresi => entro il 10/04/2017 PMI Salute rende disponibile la distinta contributiva del trimestre aprile giugno nella quale per il dipendente dimissionario sarà richiesto un contributo pari a 12,00*3 mensilità (da aprile a giugno compresi). Il dipendente in oggetto non comparirà più nelle distinte contributive riferite ai trimestri successivi.

QUESITI RELATIVI ALLA COMPILAZIONE DEL TRACCIATO ANAGRAFICO

Per tutti i dipendenti che risultano in forza al 30 novembre 2016 la copertura al Piano PMI Salute è operante dal 1 gennaio 2017.
Per i nuovi assunti la copertura decorre dal primo giorno del mese successivo all'assunzione.
ESEMPIO:
CO_DATA_ASSUNZIONE : 06/05/2017
ASS_DATINCL: 01/06/2017

Non è possibile indicare come data d’inclusione una data anteriore al 1 gennaio 2017 o semplicemente la data di assunzione.
Entro e non oltre il giorno 5 del mese successivo all'assunzione è necessario inviare il tracciato anagrafico con l’inclusione dei nuovi assunti. Qualora non sia intervenuta alcuna modifica non sarà necessaria alcuna attività a cura dell'Azienda. 
Inserire nel tracciato anagrafico nella colonna “ASS_CODICE_AZIENDA” il codice formato da tre cifre (000) o da una lettera ed due cifre (AXX) presente nell’informativa ricevuta con le credenziali d’accesso.
Per l’inclusione in copertura dei familiari bisogna seguire tali indicazioni:
  Nei campi del tracciato denominati “TIPO_MOVIMENTO”, “CO_CODICE”, “CO_CFIS” e “CO_COD_QUALIFICA” devono essere riportati i medesimi dati indicati per il dipendente (capo nucleo).
Nel campo “ASS_GRADO PARENTELA” indicare quanto segue:
- DI: Dipendente
- CO: Coniuge
- CN: Convivente
- FI: Figlio
- FD: Figlio disabile

I restanti dati variano in base all’inserimento in copertura.
Il campo “ASS_CODICE_AZIENDA” deve essere il medesimo del capo nucleo; non è possibile indicare un dato diverso.
Non è possibile inserire in copertura i familiari di dipendenti che hanno fatto richiesta di rinuncia.
N.B.: I figli possono essere inseriti in copertura con un solo genitore. A termine di polizza non è possibile includere in copertura il familiare con entrambi i genitori.
I nuovi nati possono essere inseriti in copertura dal primo giorno del mese successivo a quello di nascita.  
ESEMPIO:
Data di nascita: 11/05/2017
ASS_DATINCL: 01/06/2017
Quando un dipendente è dimissionario deve essere inviata la comunicazione via flusso con il campo “CO_DATA_DIMISSIONI” valorizzato con la data di dimissione e successivamente non è più necessario inviare il tracciato con la rinuncia. 
Inviare un solo flusso anagrafico al giorno; se presenti errori di compilazione segnalarli all’indirizzo mail:
gestione.pmisalute@previmedical.it.
Non è possibile inoltrare nuovo tracciato anagrafico con la variazione dei dati (es. ASS_DATINCL) se il dato è errato segnalare l’errore all’indirizzo mail: gestione.pmisalute@previmedical.it.